Omelie sul Levitico. Lettura origeniana

MARITANO Mario e dal COVOLO Enrico (edd.)

  • Codice EAN/ISBN: 978-88-213-0526-9
  • Num. Collana: 181
  • Anno di pubblicazione: 2003
  • Pagine: 156

9.35

COD: 0526-9. Categoria:
Le Omelie sul Levitico furono tenute da Origene a Cesarea di Palestina tra il 238 e il 245 d. C. e sono state tramandate nella traduzione latina realizzata da Rufino verso il 400-404. Origene si inserisce nella tradizione cristiana, che nel minuzioso rituale dell’antica legge aveva visto una preparazione e una prefigurazione del sacrificio di Cristo e dei sacramenti. In queste Omelie egli accenna al battesimo, allude all’eucaristia, si dilunga sulla dottrina della penitenza e sulla pratica penitenziale del tempo; soprattutto presenta numerosi e significativi passi riguardo al sacerdozio, sia quello ministeriale, sia quello universale della Chiesa e dei cristiani, rilevandone la grandezza e le esigenze. L’Alessandrino approfondisce il ruolo mediatore di Cristo e ne esalta la persona, facendo convergere in lui tutte le antiche figure. È una visione grandiosa che affascina il nostro Autore: prefigurato nell’Antico Testamento, Cristo si è offerto come sacerdote e vittima sulla terra e ora intercede per noi dal cielo.
In queste Omelie sul Levitico Origene ripete spesso l’appello alla conversione e alla penitenza, l’invito alla preghiera, la necessità di una più profonda vita interiore e mistica: dunque anche da testi biblici, che talora sembrano aridi e legalistici, egli, nella sua preoccupazione pastorale e morale, sa far spuntare scintille di luce e di vitalità per i suoi uditori.