Fondamenti & temi di bioetica. 3a edizione

MERLO Paolo

  • Codice EAN/ISBN: 978-88-213-1521-3
  • Num. Collana: 12
  • Collana: Nuova Biblioteca di Scienze Religiose
  • Anno di pubblicazione: 2021
  • Pagine: 462

25.50

Il volume raccoglie alcuni contributi di bioetica maturati nel corso di lezioni e conferenze rivolte a studenti di teologia e di medicina, a professionisti del mondo della salute e a docenti a vario titolo interessati alla bioetica e desiderosi di introdursi alle questioni proprie di questa giovane disciplina. Lungi dal nutrire la pretesa di essere un manuale di bioetica, questo volume si limita a proporre taluni nuclei tematici, utilizzabili per una prima introduzione all’etica della vita e alle sue problematiche: alla presentazione delle origini e dell’identità della bioetica (cap. 1) fanno seguito alcune questioni di tipo fondazionale (capp. 2-4) e talune tematiche specifiche (capp. 5-13), tra cui spiccano quelle, assai dibattute, relative all’inizio e alla fine della vita umana.

L’approccio alle problematiche dell’etica della vita è solitamente contrassegnato da una ricognizione sulle evidenze scientifiche disponibili, integrata da una riflessione condotta all’interno delle coordinate antropologiche ed etiche delineate nelle questioni fondative. La non facile impresa di coniugare le scienze della vita con l’etica ha trovato supporto nella geniale proposta metodologica di Bernard Lonergan, che ha reso meno impervio il compito di interpretare e articolare tra loro i differenti apporti conoscitivi, momento ineludibile nell’elaborazione di un’etica della vita all’insegna di un’effettiva interdisciplinarità. L’esigenza di sviluppare dei contributi fruibili nel dibattito pubblico – contrassegnato dall’eterogeneità delle impostazioni teoriche e da una sostanziale marginalizzazione della prospettiva teologica – ha condotto a privilegiare un approccio prevalentemente etico-filosofico alle tematiche in esame, talora integrato da sviluppi etico-teologici e da ragguagli sugli insegnamenti del Magistero ecclesiale in materia. Alla medesima esigenza è riconducibile l’attenzione critica prestata al pensiero bioetico di matrice liberale e utilitarista, che ampiamente informa la cosiddetta «bioetica laica», con cui è pur necessario il confronto.

Paolo Merlo è docente emerito di Teologia Morale presso la Sezione torinese della Facoltà di Teologia dell’Università Pontificia Salesiana. Si occupa dei fondamenti della morale cristiana, del vissuto virtuoso dei credenti e di questioni attinenti la bioetica e la morale sessuale e familiare.

Ha collaborato come docente di Bioetica con la Sezione torinese della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale e con la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Torino. Membro dell’Associazione «Bioetica & Persona» di Torino, contribuisce alle sue iniziative culturali e alle sue proposte formative per quanti sono impegnati nelle professioni sanitarie.