Educare insegnando. Apprendere ad applicare il cooperative learning

COMOGLIO Mario

  • Codice EAN/ISBN: 978-88-213-0432-3
  • Num. Collana: 64
  • Anno di pubblicazione: 2004
  • Pagine: 544 (2ª ediz. riveduta)

32.00 27.20

Il volume, in quattro capitoli, sviluppa in modo particolare gli aspetti e le dimensioni educative del Cooperative Learning.
Il primo capitolo indaga a fondo i concetti di interdipendenza positiva e di interazione promozionale faccia a faccia, proponendo una integrazione tra i principi del Cooperative Learning e i contributi della psicologia cognitivista per la strutturazione di attività didattiche orientate efficacemente verso un obiettivo di apprendimento; e sviluppando l’aspetto educativo tipico del metodo o del lavoro in collaborazione: raggiungere lo scopo avendo un’ottica dell’insieme e non centrata su se stessi. La cooperazione richiede un atteggiamento appropriato sia verso il lavoro che deve essere svolto con gli altri, sia riguardo alle modalità con cui esso deve essere portato a termine.
Il secondo capitolo affronta il primo livello di competenze sociali da sviluppare in un lavoro collaborativo: la competenza comunicativa. In essa si distinguono due gruppi di abilità: quelle relazionali e quelle efficaci per il compito di lavoro cooperativo. Una particolare accentuazione è data all’abilità del chiedere e dare aiuto per l’importanza che l’argomento ha avuto nella ricerca.
Il terzo capitolo esamina altri due aspetti: la leadership distribuita e l’educazione alla negoziazione del conflitto.
Il quarto capitolo può considerarsi la novità maggiore nella riflessione sul Cooperative Learning e le competenze sociali. A proposito dell’educazione sulla capacità a risolvere problemi e prendere decisioni, si è cercato di far chiarezza sugli ambiti e sulle possibilità educative, cognitive e sociali dell’intervento scolastico. In particolare si è cercato di evidenziare come il “saper risolvere problemi e prendere decisioni insieme” sia non solo una competenza sociale specifica, ma anche di livello “superiore” alle altre. Essa esige abilità comunicative, di distribuzione di responsabilità, capacità di utilizzare positivamente il conflitto e saper procedere “insieme” dal problema verso la sua soluzione. La competenza sociale decisionale è una competenza conclusiva inserita all’interno del problem solving. La risoluzione di un problema e la presa di decisione e ambedue sono due fasi di una sola competenza sociale, anche se si sviluppano in modo diverso.