Auctoritas. Evoluzione di una categoria politica

BUDINI Simone

  • Codice EAN/ISBN: 978-8-213-1389-9
  • Num. Collana: 71
  • Collana: Nuova Biblioteca di Scienze Religiose
  • Anno di pubblicazione: 2021
  • Pagine: 156

 

L’autorità è la capacità di far crescere, di generare, di creare. Un potere che non è potere perché, mentre questo è in grado di imporsi senza far accadere nulla, quella è l’attitudine di far accadere senza bisogno di alcuna imposizione. Il potere schiaccia, l’autorità solleva.
Possiamo interpretare l’autorità come la cifra distintiva dell’essere umano rispetto all’animale: solo l’uomo è in grado di realizzare qualcosa dove prima non c’era nulla. Non a caso definiamo autore colui che inventa, che scrive cose nuove a partire dal proprio ingegno, colui che è origine principale di un fatto. La differenza è che chi per primo scrive un testo o scolpisce un’opera è l’autore di questa; chi fonda una famiglia, un’azienda, una città, uno stato o un impero è un’autorità.
Se però, oggi, quando pensiamo all’autorità ci viene in mente un qualcosa di connesso alla costrizione, all’obbligo, all’oppressione, o nel più ottimistico dei casi alla fama o al riconoscimento sociale, è perché nel tempo la comprensione del significato originario, primigenio, genuino del concetto si è andata profondamente modificando.

Simone Budini è professore di Filosofia Politica nella Facoltà di Filosofia dell’Università Pontificia Salesiana. Nella sua ricerca si occupa principalmente di Umanesimo politico; del rapporto tra etica individuale, religiosa e politica; del pensiero sociale cristiano; di bioetica e post-umanesimo.
Presso la Luiss Business School insegna Etica degli affari, Responsabilità sociale d’impresa e Sostenibilità, innestandosi nella corrente dello Humanistic Management, in qualità di responsabile degli ERSlab (Laboratori su Etica, Responsabilità e Sostenibilità, curriculari per tutti i Master della School).