1299

Teorie ed effetti sociali dei media. Paradigmi, funzioni, campi d’indagine

GAGLIARDI Carlo

  • Codice EAN/ISBN: 978-88-213-1299-1
  • Num. Collana: 16
  • Collana: MediAzioni
  • Anno di pubblicazione: 2017
  • Pagine: 226
Seleziona un formato:
Cartaceo: €15.00 €12.75
PDF-LAS: €7.99
COD: N/A. Categorie: , , , , , .

Questo Teorie ed effetti sociali dei media si coordina con il nostro precedente Origini delle teorie sociali sulla comunicazione (fondamenti, capisaldi classici e protagonisti) di cui riprende i fili logici per un approfondimento verticale e un’estensione orizzontale della materia.

Il volume è organizzato in due parti, più una bibliografia. La Parte prima getta le basi Per una teoria sociale della comunicazione (capitoli 1-7) prospettando elementi di costruzione, paradigmi e una tassonomia. Costruire una teoria scientifica è qui l’obbiettivo di quella che definiamo “logica sistematica per la massmediologia”. Alla declinazione dei Paradigmi sociali della comunicazione (struttural-funzionalismo, evoluzionismo sociale, teoria del conflitto e interazionismo simbolico) si agganciano i Modelli di  comunicazione, a partire da quello matematico dell’informazione di Shannon e Weaver e della formula 5W di Lasswell. È poi la volta delle Teorie funzionaliste, quindi delle Teorie usi e gratificazioni con autori classici come McQuail, Blumer, Katz e Gurevitch.

Con la Parte seconda entriamo espressamente nelle Teorie degli effetti (capitoli 8-16). Dopo aver sviscerato in generale la questione degli effetti, si introducono tre blocchi: 1) Effetti forti e diretti (teoria della società di massa; potere dei media; teoria ipodermica; propaganda, persuasione e manipolazione); 2) Selettività, influenza indiretta, effetti limitati;  3) Effetti cumulativi a lungo termine (ritorno agli effetti potenti, la spirale del silenzio, teorie dell’agenda-setting e del gatekeeping, toeria della coltivazione di Gerbner; teorie della dipendenza).

 

Carlo Gagliardi, docente di Teorie sociali della comunicazione e di Comunicazione internazionale che ha insegnato presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale dell’Università Pontificia Salesiana. Autore di molte voci per La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche (quasi tutte le biografie sono sue), ha contribuito alla redazione finale. In precedenza ha lavorato in RAI: come dirigente della Documentazione e Studi ha co-fondato e coordinato la rivista Informazione radio tv, condotto ricerche multidisciplinari e curato pubblicazioni nel settore. Ha inoltre collaborato a riviste specializzate quali Sociologia e ricerca sociale, Comunicazione di massa, Orientamenti sociali, Futuribili, Studi Cattolici. Tra le sue opere: Comunicazione internazionale (LAS, 2004) e Origini delle teorie sociali sulla comunicazione. Fondamenti, capisaldi classici, protagonisti (LAS, 2014) la cui analisi si completa con questo Teorie ed effetti sociali dei media.