Lettere (Le) di Maria Domenica Mazzarello testimoni e mediazione di una missione carismatica

Le lettere di Maria Domenica Mazzarello testimoni e mediazione di una missione carismatica

FERNANDEZ Ana María

  • Codice EAN/ISBN: 978-88-213-0616-7
  • Num. Collana: 20
  • Anno di pubblicazione: 2006
  • Pagine: 532

€33.00 €28.05

COD: 0616-7. Categorie: , .
Lo studio delle primizie di un carisma è percorso obbligato per la comprensione di una grazia ecclesiale, un dono di Dio per l’intero suo popolo.
Un grappolo di lettere che appaiono, con tutta chiarezza, come testimonianze e mediazioni di grandissimo valore per capire la missione carismatica della Confondatrice delle Figlie di Maria Ausiliatrice.
Le Lettere dei Fondatori e delle Fondatrici sono l’espressione umana, spirituale, pedagogica, storica di un rapporto vivo, incarnato, fra l’ideale di una vita, espresso forse con più completezza in altri scritti spirituali o giuridici, e la concretezza della sua applicazione e del suo vissuto.
Con le due parti, il libro, prima di tutto, colloca le Lettere di Maria Domenica Mazzarello nel contesto storico, redazionale, letterario; poi presenta una loro lettura teologica, spirituale e pedagogico-carismatica.
Sono quindi pagine che illuminano la portata storica dell’opera fondazionale dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice; in modo particolare, illustrano la grazia della maternità spirituale e carismatica della Madre, Maria Domenica Mazzarello. Ma, insieme, sono pagine di studio, di ricerca, di puntuale e talvolta puntigliosa documentazione del valore di questi testi che rivelano una progressiva presa di coscienza da parte di Maria Domenica Mazzarello della propria missione.
Le Lettere sono in questo caso espressione di tale consapevolezza e veicolo privilegiato di un accresciuto senso di maternità e di filiazione, di “sororità” e di relazione reciproca. Delineano altresì, progressivamente, aspetti fondanti del carisma come sono la centralità di Cristo, lo Sposo, la presenza di Maria e quindi il profilo mariano dell’Istituto, la compagnia e la maternità spirituale dell’Ausiliatrice, vera presenza che crea i vincoli della carità e stimola ed aiuta nella generosità della missione.