Le Scienze: dentro, “a confine” ed oltre…

RUTA Giuseppe (ed.)

  • Codice EAN/ISBN: 978-88-213-1501-5
  • Collana: Fuori collana
  • Anno di pubblicazione: 2021
  • Pagine: 422
PDF-LAS
13.99
Cartaceo
23.80
Svuota

 

Gli Autori di questo volume collettaneo sono studiosi e cultori di varie scienze che si sono lasciati coinvolgere in questa riflessione multidisciplinare a più voci sul tema dell’interdisciplinarità e transdisciplinarità in un contesto inedito, qual è il nostro, segnato da trasformazioni e cambiamenti, non ultima la pandemia che ci ha trovati coinvolti in modo ineludibilmente inclusivo a livello planetario.

La scelta per la tematica è stata fortemente sollecitata, e continua ad esserlo tuttora, davari e differenti stimoli culturali che all’unisono hanno espresso in questi ultimi  decenni  l’esigenza  di non fermarsi entro i confini della propria scienza, disciplina e competenza, ma di provare a interagire su campi di ricerca condivisi e persino a spingersi ” olt re” al fine di approdare ad una visione che sia oli stica, più aperta e possibilmente condivisa sul mistero della vita umana, in un crescendo di passione investigativa e di desiderio di benessere integrale (ben-vivere) che comporta il ben-pensare e il ben-sentire. Prendendo le mosse dal recente magistero di Papa Francesco (in particolare il Proemio di  Veritatis  gaudium, 2015) e dal gruppo di scienziati che hanno elaborato e sottoscritto il Manifesto sulla transdisciplinarità nel 1994, di cui è portavoce  il fisico teorico Basarab Nicolescu , il volume raccoglie vari punti di vista: architettonico e urbanistico, bioetico e biomedico, catechetico, estetico, economico e finanziario, filosofico, giuridico, pedagogico, pragmatico-comunicativo, psicologico, sociologico e teologico. Si ha così  una  sinfonia  di  voci  differenti  nel tentativo di creare armonia e intesa.

Ad arricchire la concertazione dei contributi, è la parte antologica che raccoglie alcuni brani sull’argomento. Autori come Antiseri,  Bassong,  Bruner,  Papa  Francesco,  Freitas,  Guardini, Jantsch, Lonergan, Maritain, Morin, Nicolescu, Ortega y Gasset, Piaget, Wenger sono noti, altri meno come Bambara, Bianco, Bonaccorso,  Branchesi,  Groppo,  Marzocca,  ma  nel   loro insieme offrono uno spaccato interessante sul tema. Senza pretesa di esaustività, il volume è teso ad aprire un varco e non esaurire le tante possibili traiettorie di ricerca, impresa mai raggiungibile  e  ritenuta  in  partenza  umilmente  e umanamente impossibile

(dalla Presentazione)